Tutti i foam roller in materiale ecologico: quali scegliere e consigli per l’acquisto

Il foam roller è un attrezzo sportivo che possiamo usare in tantissime situazioni. Esso nasce come accessorio per la fisioterapia, ma nel tempo si è diffuso e ad oggi è usato sia per lo sport che per le tecniche di automassaggio.

È molto diffuso anche per la realizzazione di discipline come lo yoga ed il pilates, ed è inoltre utile sia per un allenamento in casa che nei centri sportivi.

Il prodotto aiuta nella gestione e nell’esecuzione dell’esercizio rappresentando un sostegno, ma può essere anche usato per aumentarne la difficoltà o semplicemente per creare degli esercizi più efficaci e diversi dal solito.

È utile anche come aiuto per il riscaldamento o il defaticamento, ed è spesso usato anche in ambito professionistico proprio per le sue molteplici funzionalità.

Il foam roller viene chiamato in questo modo perché è realizzato con materiali spugnosi che di solito sono: schiuma viscoelastica, schiuma Eva e poliuretano espanso. Materiali scelti non solo per la loro versatilità e per il basso costo, ma soprattutto per una caratteristica che in questo ambito risulta fondamentale:
  • il foam roller realizzato in questo modo, riesce a ritornare alla sua posizione originaria, anche dopo una costante e lunga pressione.

Questo dettaglio rende il prodotto molto versatile e anche duraturo nel tempo. Ovviamente la consistenza del prodotto e quindi anche la sua durata dipendono dall’uso che ne facciamo, dal livello di rigidità del prodotto stesso e dal nostro peso.

In linea di massima però un foam roller dura comunque qualche mese prima di essere sostituito.

Il materiale ecologico

Quando ci troviamo di fronte alla scelta del foam roller da acquistare, è quindi importante valutare, tra le altre cose, anche il materiale di realizzazione del prodotto.

La scelta più consigliata è, ad oggi, quella che tiene conto anche del futuro smaltimento dell’attrezzo. È quindi consigliato scegliere un foam roller che sia riciclabile, ad esempio in polietilene.
  • Si tratta di un materiale plastico molto diffuso, usato davvero in tantissimi ambiti, perché resistente, versatile e molto economico. Un materiale ideale per la realizzazione del foam roller perché in base al tipo di lavorazione e polimerizzazione, può assumere una consistenza più o meno alta.
Questo significa che in base alla lavorazione, il rullo potrà essere più o meno rigido. La consistenza del prodotto non è importante solo per l’esecuzione dei nostri esercizi, ma anche per la durata nel tempo del rullo. Un rullo con consistenza alta, quindi molto rigido, sarà di certo più duraturo rispetto alla sua versione più morbida.

Perchè il polietilene

Non è purtroppo possibile trovare sul mercato foam roller realizzati con materiali non chimici e non plastici. Però un ottimo modo per dare comunque il nostro contributo alla salvaguardia dell’ambienta è l’acquisto di prodotto che siano poi riciclabili.

In questo modo, anche se saremo costretti a gettarli via, avremo la certezza che, se smaltiti nel modo giusto, potranno essere riciclati. Magaripotranno diventare, perché no, di nuovo un foam roller.

Sono Teresa e sono napoletana. Sono appassionata da sempre di libri, cucina e lifestyle. Mi piace chiacchierare e condividere le mie opinioni con gli altri. Il confronto è la via migliore per fare la scelta giusta e consigliarsi con gli altri è sempre utile. Sono molto attiva sui social media e sui miei profili parlo di tante cose, scambio consigli con la mia community e mi diverto. Il momento preferito della giornata per me è la colazione, che sia a casa o al bar amo svegliarmi con il mio cappuccino.

Back to top
menu
Rulli per la Schiena